ALFA ROMEO PROTAGONISTA DELLA “TECHNO CLASSICA 2015” DI ESSEN

Dal 15 al 19 aprile, Alfa Romeo è presente al salone sia con vetture storiche sia con modelli di attuale produzione, all'insegna di quel fil rouge che lega da oltre un secolo le automobili del marchio italiano.
Appartengono al Museo Storico Alfa Romeo, l’unico esemplare al mondo della 1900 Sport Spider (1954) e l’affascinante 1300 Sprint (1964, ultima serie della Giulietta Sprint). Per la prima volta in Germania viene esposta la nuova Alfa Romeo 4C Spider, la supercar che coniuga il piacere della guida "open air" con il carattere sportivo della pluripremiata 4C Coupé. Completano l’esposizione, la Giulietta Sprint che rende omaggio all'icona del 1954, la compatta sportiva Alfa Romeo MiTo e l'icona moderna del marchio: l’Alfa Romeo 4C Coupé.

 

La fiera dedicata alle automobili e motocicli da collezione, è ormai divenuta una delle più importanti al mondo visitata ogni anno da circa 200.000 visitatori. Alla manifestazione partecipa Alfa Romeo con un’area espositiva suggestiva che esalta la più autentica passione per l’automobilismo, di ieri e di oggi.

 

Protagonista assoluta sarà la nuova Alfa Romeo 4C Spider, esposta per la prima volta in Germania, che avrà al suo fianco una seconda vettura sportiva senza tettuccio fisso: l’affascinante Alfa Romeo 1900 Sport Spider del 1954, un esemplare unico sviluppato oltre 60 anni fa per essere lanciata nel mondo delle corse.

 

Alla “Techno Classica 2015” sfila anche la 1300 Sprint del 1964, l’ultima serie della Giulietta Sprint, che vanta una lunga sequenza di successi sui circuiti internazionali. Accanto al magnifico coupé storico, il pubblico potrà ammirare l’omonimo modello attuale grazie al quale il celebre nome rivive nel XXI secolo.

 

Completano l’esposizione altre due vetture attuali: la compatta sportiva Alfa Romeo MiTo e la pluripremiata Alfa Romeo 4C, l'icona moderna del marchio che esprime l'essenza della sportività coniugando uno stile mozzafiato con prestazioni eccellenti.

 

Sei vetture straordinarie, quindi, ciascuna con una propria storia da raccontare.

 

13 Aprile 2015