L’innovazione e la tecnologia Alfa Romeo
  • LA MECCANICA DELLE EMOZIONI
  • UNA NUOVA ERA
  • RIPARTIRE DA UN FOGLIO BIANCO
  • UN PIANALE RIVOLUZIONARIO
  • CUORE SENZA COMPROMESSI
  • UN CERVELLO EVOLUTO
  • SENSAZIONI UNICHE AL VOLANTE
  • INCONFONDIBILE HANDLING
  • LA RICERCA DELLA LEGGEREZZA
  • L’AERODINAMICA
  • SCELTE RADICALI

LA MECCANICA DELLE EMOZIONI

La componente più importante di un’autentica Alfa Romeo è l’emozione. Questo è il vero significato della firma del Marchio, La Meccanica delle Emozioni: accendere la passione per un piacere di guida che non può essere misurato. Su Alfa Romeo, ogni innovazione ingegneristica e ogni tecnologia di ultima generazione è creata per regalare sensazioni al volante senza paragoni. Stiamo parlando di qualcosa in più rispetto a un freddo calcolo telemetrico che non lascia spazio alla fantasia del guidatore: è un sentimento, molto simile all’amore. Possiamo definirlo come irrazionale, viscerale, energetico, inaspettato. È un’esperienza unica, che è possibile provare solo in prima persona.

UNA NUOVA ERA

UNA NUOVA ERA TECNOLOGICA

Alfa Romeo è molto più di un marchio italiano con una storia gloriosa. È il simbolo di una dedizione devozione unica, un sentimento che ancora oggi è sinonimo di qualcosa completamente fuori dal comune e senza compromessi nell’innovazione e nell’ingegneria. È pura passione per le auto che non conosce limiti o imitazioni. Oggi, questa storia di pionierismo tecnologico continua: nel suo 105esimo anniversario, Alfa Romeo entra in una nuova era con l’arrivo di Giulia Quadrifoglio. Un’auto che nessun altro avrebbe potuto creare, in nessun’altra parte del mondo.

RIPARTIRE DA UN FOGLIO BIANCO

RIPARTIRE DA UN FOGLIO BIANCO

Nel 2013, Alfa Romeo crea “Skunk Works”, un team straordinario di designer, ingegneri e tecnici. La loro missione è chiara: riportare il Marchio alla gloria originale e di innovare seguendo un approccio completamente rivoluzionario. Per loro, le regole sono poche e ben definite: passione senza limiti e assoluta libertà creativa. Gli “Skunks” partono davvero da un foglio bianco, sul quale fissano in una lunga lista ogni caratteristica tecnica che un’autentica Alfa Romeo dovrebbe avere. Non si limitano a costruire una nuova auto ma ne creano una, con orgoglio e devozione. Con la loro passione e il loro spirito pioneristico il Team consegnano il progetto 952, Giulia Quadrifoglio, in appena due anni: il DNA di Alfa Romeo fa il suo ritorno, in assoluta purezza. Un innovativo capitolo del Marchio attende di essere scritto.

UN PIANALE RIVOLUZIONARIO

UN PIANALE RIVOLUZIONARIO

Per riportare l’autentico piacere di guida al centro di tutto il progetto, il Marchio ha creato un nuovo pianale. Il nome in codice del progetto, è Giorgio. Gli ingegneri Alfa Romeo hanno concepito un innovativo pianale impostato sulla trazione posteriore, con una distribuzione ideale del peso 50/50 tra asse posteriore e frontale, forgiato da una lega speciale di materiali ultra-leggeri e ingegnerizzato per diventare la base di veicoli di diverse categorie. Il layout del pianale Giorgio, leggero e rigido allo stesso tempo, è un fattore chiave nello sviluppo dell’auto e permette di raggiungere risultati ai vertici della categoria in termini di efficienza e sicurezza. Le sue caratteristiche tecniche uniche permettono ad ogni Alfa Romeo di ottenere prestazioni dinamiche che non hanno paragoni nell’attuale mercato automobilistico.

CUORE SENZA COMPROMESSI

IL CUORE NON CONOSCE COMPROMESSI

Fin dalla sua fondazione, l’innovazione sui propulsori ha portato Alfa Romeo a ottenere risultati leggendari nelle corse sportive. Oggi, la tecnologia di ultima generazione nei motori del Marchio è rappresentata dallo straordinario 2.9ℓ V6 90° bi-turbo da 510 cv, interamente forgiato in alluminio.
Oltre ad offrire una potenza e una coppia sensazionale, questo V6 si distingue per la grande efficienza. Infatti, il motore delle versioni Quadrifoglio è dotato di un esclusivo sistema elettronico di de-attivazione dei cilindri. Si tratta di un’innovazione esclusiva per la categoria di Giulia e Stelvio Quadrifoglio e, allo stesso tempo, un ritorno al passato: i primi al mondo a concepire questo rivoluzionario concetto furono proprio gli ingegneri Alfa Romeo, all’inizio degli anni ’80.

UN CERVELLO EVOLUTO

GUIDATI DA UN CERVELLO EVOLUTO

I sistemi elettronici delle ultime Alfa Romeo sono controllati da un vero e proprio “cervello”. Lo Chassis Domain Control è un modulo capace di integrare l’attivazione dell’ESC, il sistema di Torque Vectoring, le sospensioni adattive e l’esclusivo Integrated Brake System. Questa soluzione d’avanguardia è dotata di una “intelligenza emotiva” capace di coordinare l’intervento di ogni sistema elettronico per raggiungere le migliori prestazioni dinamiche possibili, abbinate a sensazioni di guida intuitive e straordinariamente appaganti.

SENSAZIONI UNICHE AL VOLANTE

SENSAZIONI UNICHE AL VOLANTE

Il piacere di guidare un’Alfa Romeo deve sempre essere indimenticabile e inconfondibile.
Ecco perché l’avanguardia ingegneristica del Marchio ha concepito e sviluppato un sistema di sospensioni unico al mondo. Sull’asse frontale, le ultime creazioni di Alfa Romeo montano sospensioni a doppio quadrilatero con asse di sterzo semi-virtuale, un sistema che garantisce al guidatore un controllo al volante sempre preciso e immediato, permette di disegnare traiettorie perfette in curva e offre sensazioni uniche di controllo assoluto.
Sull’asse posteriore, Giulia e Stelvio sono equipaggiate con il sistema brevettato AlfalinkTM, un’architettura multilink in alluminio pensata per garantire un controllo superiore, più trazione, una maggiore stabilità e un filtro efficace sulle vibrazioni meccaniche.

INCONFONDIBILE HANDLING

INCONFONDIBILE HANDLING ALFA ROMEO

Una delle più avanzate tecnologie recentemente progettate dall’ingegneria Alfa Romeo è l’innovativo Torque Vectoring. È un sistema che permette al differenziale sull’asse posteriore di distribuire la coppia ad ogni ruota, migliorando sensibilmente la trazione e le prestazioni. La sua tecnologia esclusiva garantisce una reattività dello sterzo immediata e una straordinaria stabilità ed equilibrio tra le ruote motrici, anche ad alta velocità e in condizioni atmosferiche estreme.
Alfa Romeo ha anche introdottoQ4, un esclusivo sistema di trazione integrale on-demand, capace di gestire in tempo reale l’aderenza e la coppia. Si tratta di una soluzione sicura e sportiva allo stesso tempo, che si adatta autonomamente a qualsiasi stile di guida e qualsiasi fondo stradale, abbinando tutti i vantaggi di una trazione integrale alle prestazioni e all’efficienza di un’autentica Alfa Romeo.

LA RICERCA DELLA LEGGEREZZA

LA RICERCA CONTINUA DELLA LEGGEREZZA

Meno peso, più prestazioni: l’esperienza nelle corse ha costituito un fattore chiave nello sviluppo del nuovo pianale Giorgio. La nuova gamma Alfa Romeo è capace di stabilire risultati al vertice della categoria in termini di rapporto peso/potenza, grazie al largo impiego di materiali ultra-leggeri come la fibra di carbonio, l’alluminio e uno speciale lega in plastica/alluminio. Tutti i nuovi motori Alfa Romeo sono in alluminio, Giulia e Stelvio sono equipaggiati di serie con un albero di trasmissione in fibra di carbonio, mentre Giulia Quadrifoglio è l’unica berlina al mondo ad avere tetto e cofano motore interamente in fibra di carbonio.

L’AERODINAMICA

L’AERODINAMICA SECONDO ALFA ROMEO

Fin dalla sua fondazione, Alfa Romeo ha ideato e sviluppato soluzioni innovative per eccellere nelle corse automobilistiche: la continua ricerca nel campo dell’aerodinamica si è da sempre dimostrata fondamentale per ottenere prestazioni superiori. Oggi, l’impegno nello sviluppo in galleria del vento ha permesso a Giulia Quadrifoglio di essere l’unica berlina al mondo dotata di sistema Active Aero, una tecnologia che permette di migliorare ulteriormente la deportanza ad alte velocità. Oltre al carico aerodinamico, massima attenzione all’efficienza: grazie al suo design unico Giulia Quadrifoglio raggiungere un Cx di 0,27, il migliore nella categoria.

SCELTE RADICALI

SCELTE RADICALI

Ogni nuova Alfa Romeo è sviluppata dalla più potente e competitiva versione, la Quadrifoglio. Questa prima versione è sviluppata mantenendo come obiettivo un perfetto bilanciamento 50/50 su un’architettura ultra-leggera, equipaggiata con un motore longitudinale in alluminio e un albero di trasmissione in fibra di carbonio. In più deve raggiungere il vertice della sua categoria nel rapporto peso/potenza, nella prova da 0 a 100 km/h e nella velocità di punta. Questa è la fondamentale differenza con gli altri marchi: mentre tutti gli altri produttori potenziano le versioni standard per ottenere auto da grandi prestazioni, Alfa Romeo crea auto con l’anima di una supercar, da guidare tutti i giorni.